Venice FF

Conferenza stampa di presentazione programma 75° Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica #Venezia75

Play Podcast
128 min. and 1 sec.

Presentato a Roma il programma della 75° Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica di Venezia.

Play Podcast
128 min. and 1 sec.

PODCAST | Chiara Nicoletti per FRED ha partecipato alla conferenza stampa di presentazione del programma della 75° Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica di Venezia.

Per ascoltare questa intervista, clicca su ► sopra la foto

Svelato il programma della 75° edizione della Mostra Internazionale d’Arte cinematografica di Venezia. Italiani presenti in tutte le sezioni e ben tre quelli in concorso per il Leone d’Oro: Mario Martone con Capri – Revolution, titolo conclusivo di una trilogia iniziata casualmente con Noi credevamo e proseguita con Il giovane favoloso; il nuovo documentario di Roberto Minervini che questa volta racconta l’America razzista della periferia texana con What you gonna do when the world’s on fire? e infine Luca Guadagnino con l’attesissimo remake di Suspiria con Dakota Johnson e Tilda Swinton. In quanto a italiani la sezione Orizzonti non è da meno, ricca di opere prime, 8 su 19, che apre con Sulla Mia Pelle di Alessio Cremonini che narra la storia ancora presente nella memoria italiana, di Stefano Cucchi a cui presta il volto Alessandro Borghi. Sempre in Orizzonti: Un Giorno all’improvviso di Ciro D’Emilio con Anna Foglietta e La profezia dell’Armadillo tratto dal libro del fumettista Zero Calcare. Ancora Italia fuori concorso con Roberto Andò ed il suo Una Storia senza nome, Valeria Bruni Tedeschi con l’autobiografico film familiare Les Estivants, un omaggio ad Angela Ricci Lucchi, Il diario di Angela e infine la presentazione delle prime due puntate della serie L’ Amica Geniale tratto dai libri di Elena Ferrante, diretta da Saverio Costanzo e destianto a ripetere il successo di TheYoung Pope, anch’esso presentato a Venezia due anni fa. Rebranding per la sezione Cinema nel Giardino che prende il nome di Sconfini e presenta la versione estesa di Tree of life di Malick, i nuovi film di Gipi e Francesco Patierno e Il banchiere anarchico di Giulio Base. Dopo Borghi, ancora una volta un padrino, Michele Riondino che inaugurerà un’edizione che aprirà con il già annunciato First Man di Damien Chazelle che dopo il successo planetario di La La Land torna alla Mostra con il protagonista Ryan Gosling. Lady Gaga si spoglia di maschere e lustrini e diventa protagonista dell’opera prima fuori concorso di Bradley Cooper, il quarto remake di È Nata una Stella. Ed ancora star che un tempo sceglievano Cannes ed invece ora sono a Venezia: Jacques Audiard con The Sisters Brothers con Jake Gyllenhaal e Joaquin Phoenix, i fratelli Coen con The Ballad of Buster Scruggs, Yorgos Lanthimos con The Favorite con Emma Stone nel cast, Natalie Portman e Jude Law protagonisti di Vox Lux di Brady Corbet, Jeff Goldblum che spicca nel cast di The Mountain di Rick Alverson e Mike Leigh con Peterloo. Se Netflix non è andato a Cannes, è presentissimo invece a Venezia con 6 film tra cui, in concorso, Roma di Alfonso Cuaron e The Ballad of Buster Scruggs dei Coen ed infine l’evento speciale più atteso, The Other Side of the Wind, film incompiuto di Orson Welles finalmente portato alla luce grazie alla piattaforma streaming e al lavoro di Peter Bodganovich e Frank Marshall. Tantissimi i paesi rappresentati a Venezia 75 tra cui anche aree remote del mondo come il Tibet e tutto il Medio Oriente. Presenti anche i grandi maestri del cinema d’autore tra cui Emir Kustirca con un documentario su Pepe Mujica, Amos Gitai, Zhang Yimou, Paul Greengrass e Lazslo Nemes con un film su Van Gogh interpretato da Willem Dafoe.

La 75. Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica include le seguenti sezioni: Venezia 75 Concorso internazionale di un massimo di 20 lungometraggi in prima mondiale. Fuori Concorso Sono presentate Fuori Concorso alcune opere significative dell’anno, per un massimo di 18 titoli. Tra queste, lavori di autori affermati che abbiano già partecipato in precedenza alla Mostra, documentari o film nei quali la dimensione spettacolare si accompagna a forme di originalità espressiva o narrativa. Nella fascia oraria di mezzanotte potranno essere inoltre ospitati alcuni film Fuori Concorso, le cui caratteristiche convengano a questo particolare orario di proiezione. Sono ammessi alla selezione solo i lungometraggi proposti alla Mostra in prima mondiale. Orizzonti Concorso internazionale riservato a un massimo di 18 film, dedicato a film rappresentativi di nuove tendenze estetiche ed espressive del cinema mondiale, con particolare riguardo per gli esordi, gli autori emergenti e non ancora pienamente affermati, le cinematografie minori e meno conosciute, ma anche opere che si misurano con i generi e la produzione corrente con intenti d’innovazione e di originalità creativa. All’interno della sezione Orizzonti è ospitata una selezione competitiva di cortometraggi della durata massima di 20 minuti, scelti in base a criteri di qualità e originalità linguistico-espressiva. Sono ammessi alla selezione solo i lungometraggi e i cortometraggi proposti alla Mostra in prima mondiale. Venezia Classici La sezione ospita in prima mondiale una selezione dei migliori restauri di film classici realizzati nel corso dell’ultimo anno da cineteche, istituzioni culturali e produzioni di tutto il mondo, impegnate nella conservazione e valorizzazione del patrimonio cinematografico e nella riscoperta di opere del passato trascurate o sottovalutate. A completamento della sezione, possono essere presentati documentari sul cinema e su singoli autori di ieri e di oggi, in grado di offrire innovativi elementi di valutazione storico-critica. Sconfini La sezione, non competitiva, prevede una selezione di opere senza vincoli di genere, durata e destinazione. Possono farne parte film d’autore e di genere, sperimentali e d’artista, serie televisive e produzioni crossover, sino a un massimo di 10 titoli, eventualmente preceduti o accompagnati da incontri e approfondimenti con autori, interpreti e personalità del mondo dell’arte e della cultura. Sono ammesse alla selezione solo opere presentate in prima mondiale alla Mostra. Venice Virtual Reality È prevista la presentazione, in concorso e fuori concorso, di un massimo di 30 opere di VR Storie Immersive di qualsiasi durata e formato (Samsung Gear, Google Cardboard, HTC Vive, Oculus, SONY Playstation, dispositivi tattili, AR, MR; eventuali altri formati devono essere discussi preventivamente con la Direzione della Mostra), in prima mondiale e/o internazionale. Sono presentate Fuori Concorso le opere dei team che partecipano alla seconda edizione di Biennale College Cinema-VR e i film realizzati in precedenza dai team invitati a Venice Production Bridge.

Per saperne di più, clicca qui.

  • Reporter
    Chiara Nicoletti
  • Guest
    Paolo Baratta / Alberto Barbera
  • Interviewee role
    Presidente Biennale di Venezia / Direttore Artistico
  • Festival section
    Venezia 75
Now playing:
Featured Posts