Heroes 20.20.20

Heroes 20.20.20 – Le produzioni Heroes

Play Podcast
3 min. and 26 sec.
Play Podcast
3 min. and 26 sec.

Sono 4 i corti e 4 le web series prodotte solo nel primo semestre 2015 grazie al progetto Heroes 20.20.20 della Fondazione Sardegna Film Commission. Lo scopo è quello di utilizzare il linguaggio del cinema e delle web series per raggiungere, coinvolgere e sensibilizzare il grande pubblico in materia di ecosostenibilità e di efficentamento energetico.
Non solo sono stati prodotti nuovi progetti audiovisivi. Heroes  ha contribuito a creare o trasformare le produzioni in produzioni ecosostenibili. Nevina Satta, direttore generale della Fondazione Sardegna Film Commission, spiega: “I nostri eroi locali stanno creando una tendenza. Ora anche gli organizzatori di festival vogliono aziende sensibili alle tematiche ambientali per i loro eventi”.
Fra i film prodotti c’è “Il Mio Cane Si Chiama Vento” di Peter Marcias: un film d’animazione che mette al centro del racconto l’energia eolica. “Ogni Cosa a Suo Posto”, di Paolo Zucca, è una vivace commedia surreale in tre atti per promuovere la raccolta differenziata. Questa buona pratica individuale viene inquadrata in un contesto universale legato al risparmio di risorse naturali e di energia.
In “Piccoli Grandi Eroi”, diretto da Giorgia Soi, al centro del racconto c’è il bambino nascosto in ogni adulto… un bambino che è ancora capace di sognare, immaginare e giocare. Nel corto il mondo dei bambini prende il sopravvento su quello degli adulti innescando un processo che porta alla consapevolezza ecologica.
“Domus”, di Salvo Nicotra, racconta la storia di Rodolfo, un bambino curioso che ama stare all’aria aperta. Crescendo, matura la necessità di andar via di casa per vivere nuove esperienze. Arrivato in Sardegna alla fine degli anni 80, scopre la terra cruda come materiale da costruzione. Oggi realizza e ristruttura edifici con materie locali e impiegando tecniche e prodotti locali, sostenibili e innovativi.
Heroes 20.20.20 parla anche usando il linguaggio delle web series. Quattro le puntate pilota prodotte.  “La Vita in Verde”, di Joe Bastardi, ci porta nel paese di Ussana che è in balia dei poteri malefici di un personaggio che ha convinto gli adulti che la strada per la felicità sia quella di sfruttare la Terra. Un gruppo di bambini, guidati da una saggia creatura del bosco, proverà a fermare questo losco personaggio.
“Kuiles- Ovili”, di TommasoMannoni” racconta la vita di due pastori di un ovile che, ad un certo punto, devono vedersela con un imprenditore edile che vuole usare la lana delle pecore nell’edilizia. Attraverso una commedia, tra il reale e il mistico, si raccontano le qualità della lana di pecora sarda e le sue nuove applicazioni tecnologiche.
“Ta Spantu”, diretta da Pierluca DiPasquale, è ambientata a Entufrìttu, un paesino in cui comincia a scarseggiare la corrente elettrica, il turismo diminuisce drasticamente e il sindaco pensa a riaprire la vecchia miniera. Ad opporsi a tutto questo c’è la proprietaria di un bed & breakfast che un giorno si ritrova ad ospitare tre personaggi con il volto mascherato. Saranno loro ad aiutare il paese a rinascere mostrando agli abitanti le grandi potenzialità dell’energia alternativa.
Mente “Nuova Era”, di Manuele Trullu, è una web serie ambientata nel 2100, in un mondo apocalittico dove i giacimenti petroliferi sono esauriti e l’unica fonte di energia non rinnovabile è il carbone.
Per saperne di più sul progetto Heroes 20.20.20, clicca qui

Now playing:
Featured Posts