Rome FF

Alessandro Capitani – In viaggio con Adele #RomaFF13

Play Podcast
5 min. and 41 sec.

Alessandro Capitani racconta il film In viaggio con Adele.

Play Podcast
5 min. and 41 sec.

PODCAST | Chiara Laganà intervista Alessandro Capitani, regista del film In viaggio con Adele.

Per ascoltare questa intervista, clicca su ► sopra la foto

Primo lungometraggio per il regista Alessandro Capitani: In viaggio con Adele è uno dei film di pre-apertura della 13esima Festa del Cinema di Roma. Il regista, premiato nel 2016 con il David al miglior cortometraggio per Bellissima, ha presentato il suo film. Il soggetto è stato scritto da Nicola Guaglianone, autore di Indivisibili e Lo chiamavano Jeeg Robot, in collaborazione con Alessandro Haber e Nicola Zangardi. Il regista ci tiene a sottolineare che ha conosciuto Guaglianone prima che diventasse famoso: quando il suo Tiger Boy vinse il David, il corto di Capitani era in lizza per la statuetta. Alessandro ha parlato della scelta della sceneggiatura: “Mi fece leggere un paio di soggetti, Lasciarsi un giorno a Roma, ma mi ero appena lasciato e mi ha anche proposto In viaggio con Adele, me ne innamoro e gli ho detto che sarei stato super contento di girarlo. Mi ha poi proposto ad Alberto Paglia (uno dei produttori con Paco, ndr) e da lì è nata questa storia”. I protagonisti di In viaggio con Adele sono Adele, una ragazza speciale che indossa un pigiama rosa a forma di coniglio e vive in un mondo tutto suo, e Aldo, attore di teatro burbero che scoprirà di essere suo padre. I due attori a interpretare questo film on the road sono Alessandro Haber, che ha fortemente voluto questo film, e Sara Serraiocco. A completare il cast Isabella Ferrari nel ruolo dell’agente di Aldo. “Ho avuto più modo di stare a contatto con lui, fra noi è nato un rapporto più vero e confidenziale. Sara, già la conoscevo e avevo già in mente quello che poteva dare di più”. La diversità è uno dei temi centrali del film, Alessandro e Nicola hanno deciso di non specificare di cosa è affetta Adele: “Lei non gli risponde, gli dice sono neurodiversa. Noi volevamo collocarla, ma per noi e ci siamo mossi nello spettro autistico”. In viaggio con Adele è un film contemporaneo che rappresenta la società odierna con le emozioni che vogliamo celare: “Aldo capisce a 70 anni di doversi fermare, quando scopre di avere una figlia diversa, questo film ci dà una parabola diversa e ci suggerisce di vivere i rapporti con gli altri in maniera molto diversa”. In viaggio con Adele vi aspetta al cinema dal 18 ottobre, distribuito da Vision Distribution.

In viaggio con Adele: Adele è una ragazza speciale. Libera da freni e inibizioni, indossa solo un pigiama rosa con le orecchie da coniglio, non si separa mai da un gatto immaginario e colora il suo mondo di Post-it, dove scrive tutto quello che le passa per la testa. Cinico e ipocondriaco, Aldo è un attore di teatro che, appoggiato da Carla – sua agente, amica e occasionale compagna di letto – si trova alla vigilia della sua ultima grande opportunità nel mondo del cinema. L’improvvisa morte della mamma di Adele sconvolge i piani di Aldo che scopre solo ora di essere il papà della ragazza. Con il compito di dirle la verità e l’intento di liberarsene, Aldo parte con Adele risalendo dalla Puglia su una vecchia cabrio per affrontare un viaggio dalla meta incerta: una nonna scorbutica, una zia avida, un fidanzato misterioso. Accomunati dalla solitudine e dal bisogno di amore, i due si scopriranno poco a poco, inaspettatamente, un padre e una figlia.

Per saperne di più, clicca qui.

  • Reporter
    Chiara Laganà
  • Guest
    Alessandro Capitani
  • Interviewee role
    Regista
  • Film title
    In viaggio con Adele
  • Festival section
    Pre-apertura
Now playing:
Featured Posts