Berlin International Film Festival

Michela Occhipinti – Il Corpo della Sposa #Berlinale2019

Play Podcast
12 min. and 38 sec.

In Mauritania come in Italia il divario tra libertà reale e libertà percepita.

Play Podcast
12 min. and 38 sec.

PODCAST | Chiara Nicoletti intervista Michela Occhipinti, regista del film Il Corpo della Sposa.

Per ascoltare questa intervista, clicca su ► sopra la foto

“C’è un divario enorme tra libertà reale e libertà percepita”, lo ripete continuamente in ogni intervista, incontro o presentazione, Michela Occhipinti, regista di Flesh Out – Il Corpo della Sposa, film in selezione nella sezione Panorama del 69esimo Festival di Berlino. La regista descrive come il punto di partenza sia stato il riscoprirsi nuove rughe in viso, segno degli anni che passano e come da questo sia arrivata a decidere di raccontare i condizionamenti che ogni giorno subiamo nel percepire il nostro corpo e nel valutarne la bellezza. E se mentre in Occidente si fa di tutto per essere magri, Michela Occhipinti ha scoperto che in Africa, in particolare in Mauritania, le ragazze devono affrontare un rituale di ingrassamento, il “gavage”, per arrivare belle in carne al matrimonio perché li, 80 kg in una donna sono considerati segno di ricchezza e bellezza. Il Corpo della Sposa narra la storia di Verida nel suo percorso verso un matrimonio combinato, quei 20 kg da dover prendere contro la sua volontà e una ribellione che si fa sempre più strada dopo ognuno dei 10 pasti al giorno da ingurgitare. Michela Occhipinti ci dimostra come siamo molto meno libere di quel che pensiamo e che c’è poca differenza tra la nostra libertà percepita e quella delle donne così lontane da noi.

Il Corpo della Sposa: Il film, ambientato in una Mauritania inedita, racconta la storia di Verida (l’esordiente Verida Beitta Ahmed Deiche), una ragazza moderna che lavora in un salone di bellezza, frequenta i social network, si diverte con le amiche. Quando la famiglia sceglie per lei un futuro sposo, Verida – come molte sue coetanee – si vede costretta a prendere peso affrontando il “gavage”, per raggiungere l’ideale di bellezza e lo status sociale che la tradizione del suo Paese le impone. Mentre il matrimonio si avvicina a grandi passi, pasto dopo pasto, Verida mette in discussione tutto ciò che ha sempre dato per scontato: i suoi cari, il suo modo di vivere e – non ultimo – il suo stesso corpo.

  • Reporter
    Chiara Nicoletti
  • Guest
    Michela Occhipinti
  • Interviewee role
    Regista
  • Film title
    Il Corpo della Sposa
  • Festival section
    Panorama
Now playing:
Featured Posts