Venice FF

Alberto Barbera – Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica di Venezia #Venezia76

Play Podcast
7 min. and 27 sec.

Venezia 76 tra film ambiziosi, grandi star e nuovi linguaggi.

Play Podcast
7 min. and 27 sec.

PODCAST | Chiara Nicoletti intervista Alberto Barbera, direttore artistico della 76° edizione della Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica di Venezia.

Per ascoltare questa intervista, clicca su ► sopra la foto

Non si può parlare di tendenze ma di ricorrenze nel programma della 76° Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica di Venezia. Lo sottolinea il direttore artistico Alberto Barbera nel descrivere il fil rouge che lega tra loro i film della selezione ufficiale. Tra le ricorrenze, tre direttive principali: tantissimi i film che affrontano il problema della condizione femminile nel mondo; tanti film lavorano a ricostruire in maniera minuziosa e documentaria vicende ed eventi del passato che ci costringono a riflettere sul presente; c’è un ritorno ad un cinema della realtà che anziché costruire mondi alternativi preferisce confrontarsi con i problemi della contemporaneità senza cadere nelle trappole della ricostruzione cronachistica. Alberto Barbera argomenta anche la decisione, nel selezionare i film in concorso, di prediligere i titoli e i registi ambiziosi e desiderosi di scoprire e sperimentare nuovi linguaggi. È il caso dei tre film in concorso italiani, Martin Eden di Pietro Marcello con Luca Marinelli, Il sindaco del Rione Sanità di Mario Martone con Massimiliano Gallo e La mafia non è più quella di una volta di Franco Maresco. E sempre rimanendo fedele a quel criterio, la scelta di inserire Joker di Todd Philips, un cinecomic sulla carta, in concorso.

La sezione principale Venezia 76 è un concorso internazionale a cui possono partecipare un massimo di 20 lungometraggi in prima mondiale. Sono presentate Fuori Concorso alcune opere significative dell’anno, per un massimo di 18 titoli. Tra queste, lavori di autori affermati che abbiano già partecipato in precedenza alla Mostra, documentari o film nei quali la dimensione spettacolare si accompagna a forme di originalità espressiva o narrativa. Nella fascia oraria di mezzanotte potranno essere inoltre ospitati alcuni film Fuori Concorso, le cui caratteristiche convengano a questo particolare orario di proiezione. Sono ammessi alla selezione solo i lungometraggi proposti alla Mostra in prima mondiale. La sezione Orizzonti è un concorso internazionale riservato a un massimo di 18 film, dedicato a film rappresentativi di nuove tendenze estetiche ed espressive del cinema mondiale, con particolare riguardo per gli esordi, gli autori emergenti e non ancora pienamente affermati, le cinematografie minori e meno conosciute, ma anche opere che si misurano con i generi e la produzione corrente con intenti d’innovazione e di originalità creativa. All’interno della sezione Orizzonti è ospitata una selezione competitiva di cortometraggi della durata massima di 20 minuti, scelti in base a criteri di qualità e originalità linguistico-espressiva. Sono ammessi alla selezione solo i lungometraggi e i cortometraggi proposti alla Mostra in prima mondiale. La sezione Venezia Classici ospita in prima mondiale una selezione dei migliori restauri di film classici realizzati nel corso dell’ultimo anno da cineteche, istituzioni culturali e produzioni di tutto il mondo, impegnate nella conservazione e valorizzazione del patrimonio cinematografico e nella riscoperta di opere del passato trascurate o sottovalutate. A completamento della sezione, possono essere presentati documentari sul cinema e su singoli autori di ieri e di oggi, in grado di offrire innovativi elementi di valutazione storico-critica.  La sezione non competitiva Sconfini, prevede una selezione di opere senza vincoli di genere, durata e destinazione. Possono farne parte film d’autore e di genere, sperimentali e d’artista, serie televisive e produzioni crossover, sino a un massimo di 10 titoli, eventualmente preceduti o accompagnati da incontri e approfondimenti con autori, interpreti e personalità del mondo dell’arte e della cultura. Sono ammesse alla selezione solo opere presentate in prima mondiale alla Mostra. E’ prevista la presentazione, in concorso e fuori concorso, di un massimo di 30 opere VR Storie/Esperienze Immersive di qualsiasi durata e formato (Samsung Gear, HTC Vive, Oculus GO, Oculus Rift, SONY Playstation, dispositivi tattili, AR, MR; eventuali altri formati devono essere discussi preventivamente con la Direzione della Mostra), in prima mondiale e/o internazionale. Sono presentate Fuori Concorso le opere dei team che partecipano alla terza edizione di Biennale College Cinema-VR e i film realizzati in precedenza dai team invitati a Venice Production Bridge.

La 76. Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica è organizzata dalla Biennale di Venezia e diretta da Alberto Barbera; si svolgerà al Lido di Venezia dal 28 agosto al 7 settembre 2019.

Per maggiori informazioni sulla Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica di Venezia, cliccare qui.

  • Reporter
    Chiara Nicoletti
  • Guest
    Alberto Barbera
  • Interviewee role
    Direttore artistico della Mostra Internazionale d'Arte Cinematografica di Venezia
  • Festival section
    Venezia 76
Now playing:
Featured Posts